lunedì 30 gennaio 2012

CCITT V.29, Comunicazioni DATI su linee telefoniche

Fig. 1

In Fig. 1 è visibile il sonogramma di una trasmissione facsimile ( fax ) su linea telefonica. La comunicazione è suddivisa in 4 fasi:

1. Chiamata e attesa di risposta
2. Risposta e negoziazione
3. Trasmsissione immagine
4. Fine comunicazione

Vediamole nel dettaglio:

1. Chiamata e attesa di risposta

Fig. 2

Dopo aver composto il numero ( sequenza toni volutamente omessa ) si attende la risposta del fax remoto. Durante questa attesa ci fanno compagnia una serie di "toni di libero" a 425 Hz ( Fig. 2 ).

2. Risposta e negoziazione

Fig. 3

In questa fase vengono stabiliti i parametri necessari alla trsmissione del fax: data rate, compressione, risoluzione e dimensione dell'immagine. Questo scambio di informazioni avviene per mezzo del protocollo CCITT V.21. La modulazione utilizzata è la FSK a 300 bps e shift di 200 Hz ( Fig.4 ).

Fig. 4

3. Trasmsissione immagine

Fig. 5

In figura 5 ho evidenziato il symbol rate di 2400 Bd, tipico della V.29, con carrier a 1700 Hz. Nella figura successiva troviamo il grafico di costellazione che evidenzia la natura della modulazione: una QAM a 16 stati. Il bit rate risulta essere di 9600 bps.

Fig. 6

Confrontando questo risultato con la tabella fig. 7 si nota l'esatta corrispondenza dei punti di decisione.

Fig. 7

4. Fine comunicazione

Al termine viene trasmessa una sequenza di fine trasmissione EOP ( End of Procedure ) in FSK ( CCITT V.21 ). In caso di pagine multiple viene trasmesso il segnale di MPS ( Multi-Page Signal).

venerdì 20 gennaio 2012

Modulo RF FM/FSK 17 Kbps



Altro segnale generato da modulo RF a 868 MHz. In questo caso ci troviamo di fronte ad una modulazione FSK.



Il raw bit rate è di 17 Kbps.



Shift di circa 118 Khz ( >> br ).

martedì 10 gennaio 2012

DME - Distance Measuring Equipment



Il DME fornisce la distanza in miglia nautiche tra un aeromobile e la stazione DME di terra. Il principio di funzionamento è semplice: l'aereo trasmette un segnale ad una stazione di terra e che a sua volta lo ritrasmette all'aeromobile. Il tempo tra invio e ricezione viene convertito in spazio ( miglia nautiche ). In fig. 1 ho isolato uno di questi segnali:

Fig. 1

Da notare che ogni segnale è costituito da due impulsi distanziati di 12 microsecondi. I segnali vengono trasmessi in UHF tra 962 e 1213 MHz con una spaziatura di 1 MHz per un totale di 252 canali ( 126 X e 126 Y ).

Nelle immagini che seguono è visibile la sequenza di impulsi su diversi canali in UHF ( la frequenza è riportata in alto a sinistra ):




domenica 8 gennaio 2012

Modulo RF 868 Mhz / FSK



Ecco un altro segnale generato da un modulo RF operante in UHF a 868 Mhz ( frequenza tipica per questo tipo di trasmissioni ).



Il raw bit rate on air è di circa 38.7 Kbps.



La modulazione utilizzata è la FSK con shift di 100 Khz ( >> Br ).



Dall'analisi dei bit trasmessi si nota chiaramente che il protocollo utilizzato ha un formato dati di 7/8 bits + 2 bit di controllo ( START / STOP ) o 1 bit di parità.



L'utima figura ci mostra il flusso di questi dati con una fase iniziale di sincronizzazione 10101010...

giovedì 5 gennaio 2012

OTHR System / 25 Hz



HF Over The Horizon Radar
Waveform repetition = 25 Hz ( 40ms )
Bandwidth: 20 Khz



martedì 3 gennaio 2012

Globe Wireless 24 Toni / OFDM

Fig. 1

Breve sequenza in Globe Wireless a 24 toni.

Fig. 2

Ogni tono è modulato in QPSK a 55.55 Bd con shift tra le portanti di 62.5 Hz.

Fig. 3

In Fig. 3 si distinguono chiaramente i 24 toni.

ORBCOMM Gateway Links / Downlink

Fig. 1

Il campione analizzato mi è stato inviato da un amico appassionato di radioascolto e curioso di sapere di che si tratta. Purtroppo la qualità del segnale non è tale da poter effettuare tutte le analisi del caso ma è sicuramente sufficiente per identificare il tipo di trasmissione. Si tratta infatti di un segnale di downlink da satellite ORBCOMM. La modulazione utilizzata è la O-QPSK con un symbol rate di 57.6 kbps ( Fig. 2 ) e multiplazione TDMA.

Fig. 2